Un tribunale italiano ha annullato multe ai comitati telecomunicazioni per fatturazione

Logo Telecom Italia a Milano, 25 maggio 2016. REUTERS / Stefano Rellandini

ROMA, 12 luglio (Reuters) – Lo scorso anno un tribunale italiano ha annullato una multa di 228 milioni di euro (271 milioni di dollari) per aver concordato collettivamente di aumentare i prezzi dei quattro principali operatori telefonici italiani.

Telecom Italia (DLITMI), Vodafone (VODL), CK, Trust Controller Italia, ha accettato di aumentare le tariffe dopo essere stata costretta a scartare un piano di fatturazione basato su 28 giorni anziché un calendario completo. . Mese.

Ma un tribunale esecutivo di Roma ha affermato in una sentenza di Reuters che le società non hanno mostrato sfiducia nel non agire nel rispetto dei loro diritti.

Le sentenze hanno provocato una rapida reazione da parte dei gruppi di consumatori.

“E’ un peccato! Tutti sanno che il sistema legale non funziona in questo Paese, ma ora lo abbiamo toccato”, ha detto Massimiliano Dona, presidente del Consorzio Union Nacionale Consortium, citato dai media italiani.

Un portavoce di Wind Tray ha dichiarato in una e-mail che il tribunale ha stabilito che il tribunale ha rispettato le regole e ha seguito pratiche commerciali indipendenti dai suoi concorrenti.

DIM, Vodafone e Fastweb hanno rifiutato di commentare.

(1$ = 0,8422 euro)

Relazione di Marco Carta; Scritto da Stephen Youthcase; A cura di Agnieszka Black e David Clark

I nostri standard: Principi della Fondazione Thomson Reuters.

READ  Al via la partita Argentina-Italia per il discorso di Diego Maradona

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Paperproject.it