Pallanuoto-campione spagnolo stordimento Serbia Croazia, l’Italia vince alla grande

TOKYO, 25 luglio (Reuters) – I campioni olimpici della Serbia, storditi da una Spagna medica 13-12 nella partita di apertura del torneo di pallanuoto maschile al Tatsumi Water Polo Center di domenica, hanno iniziato la loro difesa iniziale con un inizio roccioso.

Il centravanti spagnolo Alberto Munaris Ekna ha segnato quattro gol per la sua squadra, che è riemersa come una forza da non sottovalutare in piscina dopo essere arrivata seconda ai Campionati Mondiali ed Europei più recenti.

La Spagna è stata messa in ombra in una partita caratterizzata da numerosi giochi aggressivi da entrambe le parti, abbattendo l’obiettivo del portiere serbo Branislav Mitrovic con 25 tiri.

“Questa non è una partita facile”, ha detto il capitano della Spagna Felipe Perron Rocha. “La Serbia è la leggenda del nostro gioco e vincere i campioni olimpici non è mai stato così facile.

“Abbiamo giocato un’incredibile pallanuoto e una decisione come questa ci dà molta fiducia per venire alle partite”.

La sconfitta non è stata un disastro per la Serbia, che non è estranea a un inizio lento delle partite chiave, che ha lasciato cadere i turni di apertura a Rio cinque anni fa ed ha fatto esplodere la competizione nelle fasi successive.

“Non abbiamo ottenuto quello che ci aspettavamo”, ha detto il capitano della Serbia Filipe Filibovic. “Volevamo vincere questa partita, ma dobbiamo essere onesti e ammettere che stasera la Spagna è stata migliore.

“Inizialmente pensavo che questa fosse la partita più importante per noi, ma ora che è finita non abbiamo bisogno di lavorare così tanto”.

Il Montenegro ha battuto l’Australia 15-10, conquistando i primi punti, mentre la Croazia ha battuto facilmente il Kazakistan.

READ  L'Italia ha battuto ancora la Serbia nel Mondiale Under 20 femminile FIFA

La Croazia, seconda ai Giochi di Rio, ha stabilito un record olimpico di 23-7 nel singolare maschile, battendo il gol precedente di due gol.

L’Italia campione del mondo ha lanciato un avvertimento ai suoi rivali battendo il Sudafrica 21-2, tornando alla pallanuoto maschile per la prima volta dai Giochi di Roma del 1960 iniziati con una sconfitta umiliante.

Il difensore centrale Francesco de Fulvio ha guidato la carica con cinque gol, con ogni esterno italiano in grado di andare a referto in una partita.

“Siamo stati molto felici di iniziare questa partita contro il Sudafrica”, ha detto il centravanti dell’Italia Michael Bodegas. “Non sono tra i favoriti qui, ma abbiamo cercato di affrontare la partita con grande rispetto per loro”.

L’Ungheria, la squadra di maggior successo con nove medaglie d’oro nei 121 anni di storia olimpica della pallanuoto, ha vinto 10-9 sulla Grecia, mentre gli Stati Uniti hanno sconfitto il Giappone 15-13 nella finale del Gruppo A.

Report di Simon Jennings a Bangalore, montaggio di Ed Osmond

I nostri standard: Principi della Fondazione Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Paperproject.it