Luglio 23, 2021

Paperproject.it

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

L’Antitrust Italia studia il Nucleo autostradale di Atlantia per non aver ridotto le tariffe

MILANO, 21 luglio (Reuters) – L’unità autostradale di Atlantia, Autostrade per l’Italia (Aspi), ha dichiarato mercoledì di aver avviato le indagini sull’unità motrice di Atlantia per non aver ridotto i pedaggi sulle strade a traffico limitato a causa della manutenzione, come precedentemente richiesto dall’Autorità. Lavori.

La sfiducia si è concentrata sul periodo da dicembre 2019 a gennaio 2021 e la società ha ridotto o ridotto i pedaggi sulle rotte mantenute dal 2020, ha affermato ASPI in una nota in risposta all’avvio dell’indagine.

L’operatore autostradale ha affermato che la decisione sui pedaggi porterebbe a un calo delle entrate di 77 milioni di euro (90,64 milioni di dollari) nel 2020-2021.

Il comitato di sorveglianza ha multato un operatore autostradale di 5 milioni di euro a marzo per non aver ridotto i pedaggi per le sezioni autostradali con “problemi di traffico significativi” a causa di lavori stradali, secondo un rapporto.

Circa 3.000 km di rete autostradale italiana. La società di gestione remota ha affermato che sta anche sviluppando un nuovo sistema di cashback, il primo del suo genere in Europa, per rimborsare i passeggeri che hanno subito ritardi.

Il nuovo piano deve ancora essere finalizzato con il ministero dei Trasporti e sarà consegnato al regolatore.

(1$ = 0,8503 euro)

Report di Maria Pia Quaclia, a cura di Giulia Secreti e Bernadette Pam

I nostri standard: Principi della Fondazione Thomson Reuters.

READ  Italia: IVAS Più Regole Secondarie AML | Livelli Hogan