Luglio 23, 2021

Paperproject.it

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Italia: IVAS Più Regole Secondarie AML | Livelli Hogan

A seguito di una consultazione pubblica avviata l’11 dicembre 2019, in data 14 luglio 2021 l’IVASS ha emanato il tanto atteso Regolamento n. 111/2021, la previsione della disciplina sulle procedure di mitigazione del rischio di riciclaggio e la previsione di modifiche al Regolamento IVASS n. /2019.Procedure e regolamenti e diligenza a carico del cliente ai fini AML (“Regolamento IVASS”).

L’IVASS adotta un approccio regolamentare al rischio e fornisce nuove regole societarie per i seguenti operatori di mercato operanti nel settore assicurativo vita: (i) filiali italiane di compagnie assicurative comunitarie; (ii) gli agenti e broker assicurativi italiani e gli intermediari assicurativi comunitari operano in regime di stabilimento in Italia e (iii) le imprese e gli intermediari assicurativi comunitari considerati stabiliti in Italia anche se non esiste una succursale.

In questo caso particolare, il regolamento IVASS chiarisce che le seguenti società devono considerarsi stabilite in Italia, anche se svolgono la propria attività senza una sede secondaria:

  • Compagnie di assicurazione sulla vita dell’UE Opera in Italia in regime di libera prestazione di servizi – tramite agenti, broker, promotori diretti, intermediari finanziari e intermediari comunitari – riscuotendo premi complessivi superiori a 5 5 milioni;
  • Intermediari assicurativi dell’UE Distribuzione in libertà di prodotti assicurativi vita in Italia per la prestazione di servizi da parte di collaboratori italiani iscritti nella Sezione E degli Intermediari Assicurativi Italiani (“RUI”).

Le compagnie di assicurazione e gli intermediari hanno diverse modalità di istituzione della funzione antiriciclaggio obbligatoria e di nomina del relativo funzionario antiriciclaggio ai sensi del regolamento IVASS:

un) Filiali italiane di compagnie assicurative UE – Fatta salva la possibilità di esternalizzare l’attività di AML al di fuori del proprio team o alla sede centrale – Consente di trasferire la funzione di compliance all’interno del rappresentante generale della sede o della filiale con gli obblighi della funzione AML. responsabile AML all’interno della sede centrale, se sono soddisfatte determinate condizioni

READ  L'Italia inarrestabile pretende il titolo mondiale U20

b) Agenti e mediatori italiani che operano in Italia in regime di stabilimento e agenti e mediatori UE L’operazione AML nel settore delle assicurazioni sulla vita dovrebbe essere costituita se almeno 30 dipendenti o collaboratori sono inclusi nella Sezione E del RUI e se l’importo totale del premio è superiore a 15 15 milioni se distribuiscono prodotti assicurativi. In questo caso, gli agenti e gli intermediari non sono tenuti a nominare un funzionario AML perché l’agente o l’intermediario sarà direttamente responsabile dell’operazione AML come persona fisica.

c) Le compagnie di assicurazione dell’UE sono state costituite senza una filiale in Italia Sono obbligati a nominare il responsabile della segnalazione delle operazioni sospette e la misurazione IVASS prevede idonei criteri e condizioni per la sua identità. Gli intermediari assicurativi comunitari stabiliti in Italia senza succursale devono inviare le segnalazioni di operazioni sospette al soggetto rilevante della società di riferimento o, se non identificabili, direttamente alla FIU italiana.

Al riguardo dovranno essere depositate specifiche comunicazioni all’IVASS, Tra l’altro, Istituzione e nomina delle funzioni e dei funzionari AML di cui sopra.

Regolamento IVASS Modifica il Regolamento IVASS Regolamento n. 44/2019, introducendo linee guida per le imprese e gli intermediari assicurativi italiani e comunitari Formazione di autovalutazione sul rischio di riciclaggio Sono esposti nello svolgimento della loro attività. In particolare, il Regolamento IVASS n. 44/2019, e successive modifiche, definisce ora gli elementi da considerare per identificare il rischio intrinseco, la vulnerabilità, i rischi residui e l’efficacia della sicurezza e delle procedure. Mitigare i rischi di riciclaggio di denaro. Annualmente dovrebbe essere inviato all’IVASS anche un set di dati e informazioni strutturati.

Prossimi passi

Il regolamento IVASS sarà presto pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

READ  Esposizione del libro: fai un delizioso viaggio attraverso l'Italia | Letteratura

Entro 30 (trenta) giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del regolamento IVASS – l’importo versato dalle compagnie di assicurazione per il calcolo dei premi complessivi con ciascun agente e broker assicurativo – devono ciascuno ripartire in relazione all’esercizio 2019. .

Nella prima applicazione del regolamento IVASS:

A) le imprese di assicurazione comunitarie costituite senza succursale e gli intermediari assicurativi rispettano i termini ivi previsti a partire dal 1° gennaio dell’anno successivo alla pubblicazione (ossia il 1° gennaio 2022);
B) Le informazioni e i dati rilevanti relativi all’esercizio 2020 devono essere trasmessi all’IVASS entro il 30 settembre 2021;
c) La comunicazione relativa all’IVASS relativa all’istituzione e nomina delle funzioni e degli incaricati antiriciclaggio deve essere inviata entro il 20 novembre 2021.